fbpx

PODCAST

Color Fest Backstage

Di Color Fest

Color Fest Backstage – 10 anni di Festival

Nelle tre giornate del Color Fest abbiamo registrato un Podcast condotto da Vittorio Ondedei (Camillas) e Sara Di Iacovo, fatto di interviste e racconti della decima edizione con storie di #Backstage delle 9 edizioni precedenti e perché no di interviste fatte al pubblico del festival.

Nel Podcast parleremo con N.A.I.P., Naska, Nu Genea, Ginevra, Marco Castello, Emma Nolde, Savana Funk, MACE e tanti altri…

N.A.I.P. in Calabria al Color Fest 10

N.A.I.P. torna in Calabria ! L’artista rivelazione di X Factor 2020, N.A.I.P, arriva al Color Fest 10 l’11 Agosto 2022 con il “DOVREI ESSERE IN TOUR “la sua nuova avventura dal vivo.

N.A.I.P. è l’acronimo di “Nessun artista in particolare”, il progetto musicale di cantautorato elettronico alternativo di Michelangelo Mercuri: un’operazione delicata, rischiosa, audace; una grande capacità performativa al servizio di una scrittura innovativa, fortemente identitaria e scevra di etichette musicali.

Il suo nome è un manifesto di intenti, una proposta provocatoria e disturbante, ma fortemente radicata con la narrazione del cantautorato italiano dell’età dell’oro.

Octapad, synth, chitarra e voce sono gli strumenti che entrano in un vortice di ripetizioni generate da una loop station, così i mantra di “Bravi nel Breve”, di “Oh Oh Oh”, di “Partecipo” prendono vita, diventando brani ipnotici che dopo ogni ascolto si fissano in testa: su tutti il singolo “Attenti al Loop”.

Finalista a X Factor 2020, il suo percorso – all’interno del format televisivo – è stato all’insegna della sperimentazione sonora, di un’innata capacità creativa, che gli ha permesso di sviluppare un viaggio musicale profondamente contemporaneo e multiforme.

N.A.I.P. – 11 Agosto 2022
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino
 

Naska in Calabria al Color Fest 10

E’ tornato il punk rock. Noi ce lo facciamo raccontare da Naska in Calabria sul palco del Color Fest 10.

Naska nome d’arte di Diego Caterbetti, nasce nel 1997 a Civitanova Marche.

Finito il liceo si trasferisce a Milano, per concentrarsi sul suo percorso musicale. Cresciuto con la scena punk/rock di blink 182 e Sum 41, in seguito si appassiona alla scena emo trap americana rappresentata da Lil Peep: influenze che trovano ampio spazio nella sua musica e che gli consentono di dare al suo progetto un sound al momento unico in Italia. Nel 2020 pubblica il suo primo EP “ALO/VE”, per Sony Music.

Il primo singolo estratto è “Dormi”, manifesto della gelosia, dell’insicurezza e della fiducia nelle relazioni dei ragazzi di oggi. Pubblica di seguito “Tu che ne sai”, “California”, “Mamma non mi parla” e “Spezzami il cuore”, singoli che precedono il suo prossimo progetto discografico. Oltre alla musica, nel 2019 apre il suo canale Twitch e inizia il suo percorso parallelo da streamer, raggiungendo un fidelizzato pubblico che lo segue nelle trasmissioni quotidiane. “Rebel” è il suo disco d’esordio ufficiale.

 
Naska – 11 Agosto
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino
 

Nu Gena in Calabria al Color Fest 10

Il duo Nu Guinea, formatosi a Napoli e ora di stanza a Berlino, crea delle sonorità influenzate dall’idea di un luogo esotico, forse immaginario, frutto di una costante ricerca musicale nel passato. Il loro percorso può essere definito come un’indagine storica sulla musica da “dancefloor”nel suo senso più puro. La chiave è la contaminazione fra generi musicali nata dall’incontro fra differenti culture e popolazioni.

Il progetto nasce dall’idea di jam sessions, fusioni fra sintetizzatori elettronici e strumenti tradizionali, caratterizzato da un suono che non mira alla perfezione, ma alla “genuinità” e che può essere inteso come una forma in costante mutamento. Il primo lavoro pubblicato su Early Sounds Recordings nel 2014 è seguito dal disco “World Ep” su Tartelet Records. Nel 2016 esce The Tony Allen Experiments, con la collaborazione di Tony Allen, capostipite dell’Afrobeat e batterista storico del leggendario Fela Kuti. A seguire, i Nu Guinea fondano la propria piattaforma discografica: NG records. La prima uscita è un 45 giri dal titolo Amore, cover di un brano italiano della fine degli anni ’70. Il 2018 segna invece un ritorno alle origini. Nuova Napoli , questo il titolo dell’ultimo LP, rappresenta un focus speciale sulla città natale del duo. Guardano la città da lontano ricostruendo la sua energia dal loro studio di Berlino, calibrando i synth sul meridiano del Vesuvio, il vulcano che da sempre protegge e minaccia Napoli. In questo disco i Nu Guinea si lasciano ispirare dalla musica Disco, Jazz-Funk e Fusion Napoletana, unendo tali influenze al caratteristico suono che li contraddistingue.

Nu Genea – 13 Agosto
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino

Ti sei perso il Color Fest ? ascolta qui il PODCAST!

Ginevra in Calabria al Color Fest 10

Ginevra è la nuova voce dell’avant-pop italiano. Tanto raffinata quanto potente nei live. 

Cresciuta tra Collegno, Grugliasco e Torino, dopo essersi trasferita a Milano nel 2012 si è diplomata in canto al CPM Music Institute per poi laurearsi in Scienze politiche all’Università Statale.

Fa il suo esordio nel marzo 2019 con l’EP Ruins, prodotto dal compositore e produttore milanese Francesco Fugazza. Nel mese di maggio partecipa alla decima edizione del concorso Musica da Bere, dove riceve la menzione speciale KeepOn Live che la porta a settembre a suonare per la prima volta a Roma nell’ambito della manifestazione ‘Na cosetta estiva.

il 26 Giugno 2020 esce il secondo EP Metropoli, dove la cantautrice torinese canta in italiano. A settembre all’Arena di Verona partecipa in duetto con Ghemon insieme ad altri artisti al concerto evento Heroes trasmesso in streaming.[4] Nell’ottobre dello stesso anno è stata selezionata tra i 20 semifinalisti di Sanremo Giovani 2020 con il brano Vortice.

Insieme a Mecna compone il brano Soli, pubblicato come singolo l’11 febbraio 2021, che vede la partecipazione vocale della stessa Ginevra e di Ghemon e ha come tema centrale il rapporto con la solitudine.[6] Scrive il brano Glicine con cui Noemi partecipa al Festival di Sanremo 2021 ed è autrice anche di alcuni brani dell’album Metamorfosi della cantautrice romana. Nello stesso anno partecipa al concerto del Primo Maggio a Roma. L’estate 2021 la vede calcare i palchi del MI AMI Festival, del Linecheck Festival e del Liverpool Sound City.

Al Festival di Sanremo 2022, nella serata delle cover, Ginevra duetta con La Rappresentante di ListaCosmo e Margherita Vicario in una cover di Be My Baby delle Ronettes.

 
Ginevra – 13 Agosto
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino
 

Marco Castello in Calabria al Color Fest 10

Mescolate il Jazz, la disco della Motown, il Mediterraneo, e fateli parlare di amori liceali, di ormoni estivi e di vicoli di Ortigia. Con Marco Castello in Calabria, sarà una festa romantica al Color Fest 10.

Marco Castello, classe 1993 è un polistrumentista siciliano. È laureato ai civici corsi di jazz della scuola Claudio Abbado di Milano.  È in grado di suonare la batteria come un batterista funk e al tempo stesso di cantare, ma è un drago anche alla chitarra, alla tromba, al piano e soprattutto sa scrivere canzoni. Canzoni delicate ben suonate ma pure ancorate alla contemporaneità.

Dopo avervi trasportato tra i banchi di scuola con Porsi, fatto ballare con Torpi, cucinato cose “ciccione” per calmare i bisogni del corpo e della mente con Cicciona e rilasciato un po’ di Dopamina, esce  per 42 Records in Italia e Bubbles Records nel resto d’Europa, Contenta Tu, l’atteso disco d’esordio di uno dei talenti musicali italiani più originali e internazionali in circolazione: Marco Castello. Contenta tu è stato registrato al Butterama Studio di Berlino e prodotto insieme a Marcin Öz (The Whitest Boy Alive) e  al produttore e compositore Daniel Nentwig.

Un mix irresistibile di pop, funk,  jazz e blues, melodie sbarazzine e orecchiabili dal groove trascinante che fa battere il piedino e  canzoni intime e delicate capaci di trasportarti altrove: Contenta tu affianca con sapienza canzoni eterogenee e imperniate di tante piccole trame dove batteria chitarre, fiati, tastiere e synth creano soluzioni armoniche sempre diverse dando vita a un sound fresco e leggero, elegante e al tempo stesso grezzo.

Un tuffo nei ricordi tra gite scolastiche,  corse in motorino, jam session, primi baci e notti in spiaggia a guardare le stelle.

Un racconto degli anni trascorsi da Marco nella sua città, Siracusa , dopo aver  studiato a Milano, girato il mondo a fianco di Erlend Øye dei Kings of Convenience nel progetto La Comitiva, e avervi fatto ritorno.

Un vero e proprio ritorno alle origini in cui Marco è capace di cercare (e trovare) la poesia nel grottesco, mettendo insieme alcune delle contraddizioni della società contemporanea, a partire da quelle della propria città.

Al momento è al lavoro sulla scrittura del suo secondo album, ma nei prossimi mesi sono previste altre sorprese.

 
Marco Castello – 13 Agosto
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino
 

Emma Nolde in Calabria al Color Fest 10

Emma Nolde nasce in Toscana nell’anno 2000. All’età di quindici anni inizia a scrivere brani originali in inglese ai quali lavora senza pubblicare alcun progetto. Poco tempo dopo comincia a lavorare a brani in italiano ed in particolare nell’ultimo anno si dedica alla realizzazione del suo primo vero progetto prodotto insieme a Renato D’Amico ed Andrea Pachetti, che sarà pubblicato nel 2020, composto da otto brani interamente in italiano.

Il suo disco d’esordio si chiama Toccaterra ed è uscito il 4 settembre 2020 per Woodworm/Polydor. È stato acclamato dalla critica come un esordio veramente sorprendente ed importante. Emma è senza ombra di dubbio una delle voci del futuro della musica italiana. Toccattera è arrivato finalista al Premio Tenco nella sezione Opera Prima.

EMMA NOLDE – 12 Agosto 2022
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino

Savana Funk in Calabria al Color Fest 10

Un trio di virtuosi che raccoglie influenze dal jazz al bacino del mediterraneo, passando per l’Oriente. La loro musica è un inno alla mescolanza tra le culture e ascoltarli dal vivo è un viaggio al quale non puoi rinunciare.

I Savana Funk incarnano l’essenza della live band unendo funk, rock e blues con jam incendiarie, groove irresistibili ed una presenza scenica invidiabile. Con un pubblico affezionato in rapida crescita e un crescente numero di concerti in tutta Europa hanno un nuovo, atteso album in arrivo nella primavera del 2021.

Aldo, Blake e Youssef si incontrano nella primavera 2015 a Bologna, scatta immediata una rara sintonia umana e musicale. Immediatamente i tre decidono di formare una band e iniziano da subito a fare molto live, a sperimentare idee e a scrivere musica.
Il primo album è un’ autoproduzione, “MUSICA ANALOGA” , ed esce a nome Aldo Betto w/ Blake Franchetto & Youssef Ait Bouazza nel 2016. A febbraio 2017 esce il secondo disco “SAVANA FUNK” (Brutture Moderne/ Audioglobe), sempre a nome Aldo Betto w/ Blake Franchetto & Youssef Ait Bouazza. L’album ottiene decine di recensioni sulle principali riviste e blog, non solo di settore. Scritto e concepito in trio, l’album testimonia il processo di maturazione della band bolognese. Ad inizio 2018 il trio prende definitivamente il nome SAVANA FUNK.

A settembre 2018 è uscito il terzo album, “Bring in the New” (Brutture Moderne / Audioglobe). Si consolida la collaborazione con Nicola Peruch, presente fin dal primo album come musicista, ora anche co-produttore e co-autore. Nicola entra anche in pianta stabile nell’organico live dei SAVANA FUNK. La maggior interazione con Peruch espande le possibilità del gruppo, che si proietta verso nuove sonorità. A Bring in the New hanno partecipato anche Chris Costa, Don Antonio e Danilo Mineo.
Questo terzo lavoro dei Savana Funk ottiene moltissime recensioni, ottimi i responsi della critica e del pubblico.
La band continua in un’attività live instancabile, partecipando a decine di importanti festival e rassegne. Il palco è la dimensione congeniale per apprezzare lo spirito del gruppo. Nell’estate del 2019 i Savana Funk vengono invitati a diversi appuntamenti del Jova Beach Party, i concerti estivi di Jovanotti: suonano davanti a decine di migliaia di persone, facendo anche delle lunghe jam session sul palco con Lorenzo. Nello stesso anno sono ospiti a Propaganda Live, il seguitissimo programma su La7.
Nel 2020 la band lavora ad un nuovo album in uscita a primavera 2021 con Garrincha GoGo neonata label world/funk del gruppo Garrincha.

 
Savana Funk – 12 Agosto 2022
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino
 

MACE in Calabria al Color Fest 10

MACE in Calabria, arriva un artista che non ha bisogno di presentazioni perché nel caso di Mace sono le sue produzioni a parlare.

Mace arriva sul palco del Color Fest il 12 agosto. Pronti per ballare?

Mace, pseudonimo di Simone Benussi (Milano9 luglio 1982), è un disc jockeybeatmaker e produttore discografico italiano.

Ha prodotto brani per una grande varietà di artisti, tra i quali Fabri FibraGué PequenoMarracashIziNoyz NarcosSalmoLorenzo FragolaJoan ThieleKaosColle der FomentoJack the SmokerGemitaizVenerus e Rkomi.

 

Primi anni

Mace entra nel mondo dell’hip hop sin dalla giovane età, appassionandosi inizialmente al writing e in seguito alla produzione di basi musicali. Dopo un periodo di gavetta stringe un sodalizio con l’MC milanese Jack the Smoker, dando vita al gruppo La Crème, il quale pubblica l’album L’alba nel 2003 attraverso la Vibrarecords. Il duo inizia a suonare in tutta Italia, con qualche comparsa anche in Svizzera, fino ad aprire il concerto di Ghostface Killah del Wu-Tang Clan al Rolling Stone di Milano.

Dopo il suo esordio inizia una lunga serie di collaborazioni con artisti di spicco dell’hip hop italiano, producendo brani per Kaos, Colle der Fomento, Mondo Marcio, Bassi Maestro, Clementino, DJ Enzo, Lord Bean, Vacca, Ghemon, Amir, Ape e Zampa, oltre al rapper statunitense Afu-Ra. Nel 2007 ha pubblicato l’album Tilt insieme all’MC milanese Blodi B, membro del collettivo Banhana Sapiens.

I Reset!

Nel 2008 Mace si avvicina alla musica elettronica e fonda i Reset! insieme a Alex Trecarichi, Rocco Civitelli, Vincenzo Catanzaro e Matteo Ievolella.[1] Le sonorità del gruppo sono state definite dalla critica specializzata come una fusione di funk, electro, house e hip hop.[2] Nel corso della loro attività hanno pubblicato una serie di singoli ed EP attraverso etichette discografiche britanniche, australiane e giapponesi,[3] oltre ad aver realizzato remix ufficiali per Fatboy Slim, Cassius, Robyn, Bingo Players, Audio Bullys e Mad Decent (etichetta fondata da Diplo);

Durante la prima metà degli anni duemiladieci il gruppo si è esibito in Asia, Australia, Ibiza, Regno Unito e Giappone.[2][5][6]

Nel 2013 esce su Sony Music l’album di esordio Future Madness che include la partecipazione di numerosi artisti come Erick Sermon degli EPMD, Keith Murray, Gué Pequeno, Emis Killa, Noyz Narcos, Clementino, Ensi, Ghemon, Francesco Sarcina e Paul King.[7] Il disco è stato successivamente ristampato in Giappone con l’aggiunta di vari remix.

 

Carriera solista

Mace in concerto a Milano, tappa dell’OBE Live – An Out of Body Experience
Nel 2012 il musicista si avvicina al trap e a partire dal 2013 inizia a pubblicare i suoi primi singoli e EP da solista, prevalentemente su etichette statunitensi e britanniche, e a fare tour promozionali in Australia e Giappone. L’anno successivo ritorna a produrre basi musicali per vari rapper italiani, tra cui Marracash, Gué Pequeno, Jake La Furia, Salmo, Noyz Narcos, Gemitaiz, MadMan, e Izi, per il quale realizza insieme a Shablo la base di Chic che viene certificato disco di platino.

Nel 2017 ha prodotto il singolo Pamplona di Fabri Fibra, in seguito certificato triplo disco di platino dalla FIMI e che ha conquistato la vetta della classifica airplay italiana. Tra il 2018 e il 2020 sono usciti i singoli Sindrome con Venerus, Immaginario con Colapesce, Non mi fido con Side Baby e gli Psicologi e Bianco/Gospel con Gemitaiz.

Nel 2020 ha annunciato la firma con la Island Records e pubblicato contemporaneamente il singolo Ragazzi della nebbia, in cui sono presenti Irama e gli FSK Satellite: esso ha svolto il ruolo di singolo apripista del suo album di debutto. Intitolato OBE, il disco è stato pubblicato il 5 febbraio 2021 e ha ottenuto un buon successo in Italia, debuttando in vetta alla Classifica FIMI Album; Il successo dell’album è stato reso possibile in special modo dal secondo singolo La canzone nostra (inciso con Blanco e Salmo), che ha dominato la Top Singoli per quattro settimane consecutive, venendo certificato disco d’oro.

Dopo aver presentato il disco attraverso un evento trasmesso in streaming il 5 luglio 2021 presso l’Arco Triofante della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, Mace ha annunciato la tournée OBE Live – An Out of Body Experience, composta da sei date e svoltasi nel maggio 2022, durante la quale è stato accompagnato da vari musicisti.

Il 16 maggio 2022 ha annunciato l’uscita del secondo album Oltre, avvenuto il 27 dello stesso mese. Contrariamente a OBE gli undici brani in esso contenuti sono del tutto strumentali e presenta sonorità che si alternano tra elettronica e psichedelica.

 
MACE – 12 Agosto 2022
Color Fest 10 – This Must Be The Place
Agriturismo Costantino

Ti sei perso il Color Fest ? ascolta qui il PODCAST!

E tu sei curioso di ciò che accade nel backstage di un festival?

Ascoltaci pure su:
Spotify Apple Podcast Amazon Music Google Podcast RSS